Gianpaolo Lorusso in questo post ci parla di come è nata l’dea di Adworld Experience, e di come è cresciuta nel tempo. Adworld Experience è media partner di eCommerce2day, e in questo post capirete forse il perchè. Dalla passione per il lavoro che svolgiamo, e che ci accomuna, al desiderio di offrire al nostro pubblico spunti utili per la riuscita dei loro progetti di vendita. Il trucco per riuscire purtroppo non c’è, non basta fare campagne senza un’idea in cui credere, ma neanche avere grossi budget a disposizione.

Le persone si avvicinano ad eventi come i nostri quando percepiscono che si sta davvero lavorando per la loro crescita. Secondo Gianpaolo, e anche per noi di eCommerce2day, il  sentiment di un brand o di un marchio nasce prima nei suoi fondatori,  per poi diffondersi in Rete, ed essere anche misurato. E alla fine i conti tornano! Buona lettura! :)

Il team di eCommerce2day

 

lorusso-case-study

 

‘’L’idea per ADworld Experience è nata quasi per caso mentre con Francesco Tinti, eravamo ad una riunione di SEO italiani in trasferta a Valencia nel 2011.

Entrambi pensavamo che l’unico modo per capire come migliorare le nostre stesse campagne fosse organizzare un evento in cui con altri colleghi ci si scambiava le esperienze vissute su AdWords. Non è stato facile convincere il primo manipolo di coraggiosi a parlare in pubblico di cose che normalmente vengono tenute gelosamente nascoste. Ma, l’anno successivo nel 2012, nasceva la prima edizione di ADworld Experience.

Complice la novità (e l’assenza di qualsiasi altro evento del genere in tutta Europa) abbiamo riscosso un successo che è andato oltre le nostre più rosee previsioni, tanto che per ospitare gli oltre 150 partecipanti abbiamo dovuto cambiare la location dell’evento, perché quella che avevamo scelto era troppo piccola.

Con campagne dai budget risibili e una organizzazione che definire “snella” è un gentile eufemismo, siamo riusciti a portare a casa un risultato che ci ha veramente gasati, tant’è che subito dopo abbiamo deciso di sviluppare una vera e propria piattaforma di eCommerce per vendere i video dell’evento.

La prima doccia fredda è arrivata dal riscontro che questa operazione ha avuto (o meglio non ha avuto). Avremo venduto forse 2 o 3 video in 1 anno.

Il mercato italiano non era allora forse ancora pronto per un eCommerce di video formativi su AdWords. Ulteriore delusione è venuta dalla seconda edizione “live”. Ci aspettavamo infatti un successo ancora maggiore, visto che la quasi totalità dei commenti alla prima edizione erano stati più che positivi, e invece… Abbiamo fatto moltissima fatica a ripetere (al ribasso) i numeri della prima edizione, con un budget promozionale però tre volte superiore.

 

Questo personalmente mi ha insegnato una lezione importante, valida per qualsiasi eCommerce: un progetto vincente si vende (quasi) da solo, ma solo dopo che si è esaurita la spinta del lancio e della novità capisci se ha un reale futuro. Se ci si crede, comunque, non bisogna mollare.

 

Grazie anche all’ascolto continuo dei suggerimenti che ci sono arrivati dai partecipanti e ai continui miglioramenti del format, la terza edizione ha ripreso a “vendersi praticamente da sola”, e anche i video hanno finalmente iniziato a darci qualche soddisfazione. Con le spalle finalmente coperte abbiamo potuto concentrarci sull’organizzazione di un vero e proprio evento di livello internazionale (solo abbozzato nell’edizione 2014), peraltro ancora pressoché unico a livello europeo.

Una considerazione paradossale nella promozione di questo evento su AdWords è che tra i canali promozionali AdWords ha ricoperto un ruolo  marginale. Almeno a giudicare dalle statistiche di conversioni.

 

In realtà quello che fa vendere un progetto on line è la fiducia che riesci ad instillare nei tuoi potenziali acquirenti (anche attraverso il passaparola dei clienti soddisfatti – Amazon docet -) e la capillarità dei canali promozionali che riesci ad attivare.

 

Per quanto riguarda i contenuti prodotti, noi non abbiamo mai pensato di diventare ricchi organizzando ADworld Experience, ma abbiamo l’ambizione di arrivare a fare il miglior evento al mondo sull’advertising contestuale. E questo, nel medio e lungo termine, paga.

Per quello che riguarda invece la promozione, più riesci a raggiungere i tuoi potenziali clienti nel modo giusto, senza cioè ammorbarli di annunci smaccatamente promozionali, e in tutti i posti in cui “si nascondono” on line (FB, Twitter, Linkedin, G+, Google, ecc.) e maggiore sarà il riscontro in termini di vendite.

In sostanza, quindi, il successo di un progetto di eCommerce si basa oggi più che mai sulla forza del suo brand e sui contenuti/prodotti che lo contraddistinguono, più che sull’efficacia delle sue campagne promozionali.

E questo è un fatto che tutti quelli che vogliono vendere qualcosa on line non possono assolutamente ignorare, se non vogliono ritrovarsi con un bel pugno di mosche… digitali.”

 

Ciao, vi aspetto all’eCommerce2day!

Gianpaolo Lorusso

 

 

 

Share