QUI! Group è il gruppo italiano leader nel settore dei sistemi di pagamento per le aziende e il mercato privato. La loro offerta è articolata in tre ambiti di servizio: Welfare aziendale, sistemi di pagamento e fidelizzazione e sviluppo reti.

Luca Bozzano, eCommerce Manager di QUI! Group racconta a eCommerce2day la mission del gruppo e  l’impegno continuo nell’offerta di soluzioni innovative, che ha consentito  l’ideazione e la gestione di piattaforme tecnologiche capaci di integrare molteplici servizi.

In particolare descrive come gli strumenti offerti dal digitale, primi fra tutti il mobile e i servizi di pagamento tramite questi dispositivi, possano beneficiare al commercio elettronico nazionale e internazionale  e garantire la massima flessibilità all’utente che acquista in Rete.

intervista-bozzano-quigroup-ecommerce2day

 

 

QUI! Group è partner di Telecom Italia nell’ambito di servizi di Couponing: cosa avete realizzato fino ad oggi?

Con Telecom Italia abbiamo attivato una partnership per l’offerta ai Clienti TIM di servizi di couponing attraverso l’App “I Coupon di TIM powered by QUI! Group”, integrata sul TIM Wallet. I Clienti TIM possono acquistare offerte scontate sul portale dedicato e redimere i relativi coupon presso gli esercenti convenzionati QUI! Group, semplicemente avvicinando il telefono al POS dell’esercente, attraverso la tecnologia NFC. In alternativa, i coupon possono essere validati direttamente dalla carta di pagamento, inquadrando il barcode della carta attraverso il lettore ottico collegato alla cassa o al POS dell’esercente o anche via Mobile, utilizzando l’App Passpartù di QUI! Group, abilitata a leggere i barcode dei coupon sia cartacei che elettronici (su carta di pagamento e su mobile).

QUI! Group fornisce sia la piattaforma tecnologica mobile e web, sviluppata da Paybay, la digital company del gruppo, sia la rete di oltre 150mila esercizi commerciali convenzionati sul territorio nazionale. Un network che QUI! Group sta digitalizzando attraverso un sistema di accettazione integrato, Passpartù, che permette di accettare buoni pasto, coupon, voucher aziendali e altri titoli cartacei ed elettronici (su Card e Mobile) a marchio Qui! Group e aperto anche ad altri.

Il progetto è nato a seguito di una partnership già attiva relativa alla fornitura del servizio di buono pasto elettronico attraverso la tecnologia NFC attualmente in uso presso alcune delle mense aziendali di Telecom Italia e presso alcuni esercenti convenzionati col servizio.

Quali sono i benefici che i servizi di mobile payment possono offrire al settore del commercio digitale in Italia e in Europa?

Il mobile Commerce in Italia ha fatto registrare un incremento del 100% nel 2014, superando gli 1,2 miliardi, cioè il 9% dell’eCommerce complessivo; se si aggiungono quelle via Tablet, l’incidenza raggiunge il 20% (fonte Netcomm). In un tale contesto, i servizi di mobile payment saranno fondamentali per dare un ulteriore e significativo impulso al settore dei pagamenti elettronici e del commercio digitale.

 

 Secondo Gartner, nel 2016 il settore mondiale del mobile payment varrà 617 miliardi di dollari.

Apple, ad esempio, scegliendo di adottare l’NFC e il Touch ID come tecnologie abilitanti per il mobile payment ha lanciato un forte segnale per il futuro dei pagamenti sia in-store che on-line. La possibilità di utilizzare un’identità digitale attraverso il proprio dispositivo mobile e associarvi i servizi di pagamento digitale renderanno l’esperienza di acquisto dell’utente sempre più intuitiva, veloce e sicura, contribuendo all’aumento del numero delle transazioni e quindi allo sviluppo del commercio digitale.

In questo scenario competitivo, QUI! Group si pone come trait d’union tra i Clienti, a cui proponiamo un’ampia gamma di offerte, che vanno dalla ristorazione ai viaggi ai prodotti (acquistabili anche in mobilità) e gli Esercenti, a cui permettiamo di raggiungere e servire milioni di utenti online, attraverso le nostre piattaforme di eCommerce, Digital Services & Acceptance.

Come garantite e trasmettete al cliente la sicurezza del pagamento effettuato tramite mobile?

Le nostre soluzioni di pagamento sono gestite in collaborazione con SIA: ciò garantisce la massima sicurezza del processo transazionale. Lo stesso livello di sicurezza lo adottiamo per erogare i Servizi a Valore Aggiunto (e.g. Ticketing, Loyalty e couponing).

QUI! Group utilizza, inoltre, la piattaforma Darktrace per il fraud management e ha ottenuto la certificazione IMEL a ulteriore garanzia delle tecnologie e dei processi utilizzati per la gestione dei pagamenti e l’emissione di servizi.

Paybay, la digital company del Gruppo, infine, ha recentemente avviato una collaborazione con Movenda, azienda di Telecom Italia, leader nello sviluppo di soluzioni per il mercato mobile, al fine d’integrare le rispettive piattaforme e permettere ai Clienti un più veloce e sicuro accesso ai servizi di mobile payment, m-banking, digital commerce ed e-government. La collaborazione consentirà ai clienti del Gruppo di utilizzare innovative modalità per l’accesso ai servizi di pagamento e a valore aggiunto offerti da QUI! Group (peraltro conformi allo standard GSMA)

Qualche numero utile ai merchant: ci sono target o segmenti più disposti all’utilizzo del mobile payment in base alle vostre ricerche? E i trend europei?

L’utilizzo dei dispositivi mobile risulta sempre più assiduo tra gli italiani in particolare tra i Millennials. I principali trend possono essere così sintetizzati (Fonte Audiweb e Nielsen):

• 15 mln gli utenti connessi a Internet ogni giorno da smartphone
• gli utenti con età compresa tra i 18 e 24 anni trascorrono oltre 2 ore al giorno navigando da smartphone
• per gli uomini con età tra i 18 e 24 anni la percentuale di penetrazione è dell’86%
• per le donne con età tra 25 e 34 anni è pari all’80%.

Questi utenti sono anche quelli più propensi all’utilizzo del mobile payment in quanto lo smartphone non è più utilizzato solo per le vendite “time based”, ossia quando l’istante di acquisto conta (come, ad esempio, la prenotazione di biglietti di trasporto, i coupon o anche le aste) ma anche per tutte le altre tipologie di acquisto.

Le attività che QUI!Group ha avviato in tale ambito, tra cui un progetto che consentirà ai nostri merchant convenzionati di creare, attraverso la piattaforma Passpartù Promotion, offerte in autonomia e veicolarle verso target specifici di utenza, confermano questi andamenti anche nei settori di riferimento del ns. Gruppo (la digitalizzazione dei buoni pasto cresce con percentuali elevatissime e la defiscalizzazione fino a 7 euro dei buoni pasto, sostiene questi trend).

Quanto contano i servizi di mobile payment in una strategia di vendita multicanale? Avete qualche riferimento a marchi che hanno utilizzato i vostri servizi come leva importante nell’ambito di questa strategia integrata di vendita?

Oggi il processo di acquisto del Cliente sfrutta diversi canali sia online, quali portali Web, App mobile e canali Social, sia offline, quali negozi fisici, QR-Code, chioschi interattivi fino ai servizi di assistenza e call center.

I servizi di mobile payment diventano pertanto fondamentali perché aumentano notevolmente le possibilità di concludere un acquisto durante tutte le fasi del processo. Il consumatore sta cambiando il suo comportamento: è sempre connesso, più esigente, preparato e potendo usufruire di diversi canali di acquisto è impensabile ad esempio che possa tornare in negozio per acquistare il prodotto richiesto se questo non è fruibile immediatamente.

Per questo, tutte le nostre soluzioni sono state pensate e sviluppate in ottica di multicanalità: i Clienti che utilizzano i nostri servizi, tra cui il couponing, possono scegliere di acquistare l’offerta via Web o mobile e di redimerla presso l’esercente con lo strumento da lui scelto in fase di spesa: questo può essere un coupon cartaceo, un coupon su mobile o un coupon su carta di pagamento. In QUI! Group abbiamo avviato una fase di sperimentazione per lanciare il Retail proximity payment e services attraverso i beacon: ciò consentirà agli esercenti convenzionati con i nostri servizi di promuovere prodotti e servizi e semplificare le operazioni di pagamento sfruttando la tecnologia bluetooth low energy.

Dunque, massima flessibilità alla spesa dell’utente, che viene altresì fidelizzato con sistemi di loyalty integrati al servizio di couponing (e.g. ottenendo punti, moneta virtuale, cash back o coupon sconto).

Nello specifico, per Poste Italiane abbiamo creato il programma di loyalty cashback Sconti BancoPosta, a cui abbiamo associato il lancio di un’App che permette di geo-localizzare i locali convenzionati con il circuito (circa 30mila locali convenzionati), visualizzare gli sconti offerti dagli esercenti e ottenere un cash back a fronte di un pagamento effettuato con le carte di Poste Italiane. Il programma ha raggiunto i 50 milioni di cashback erogato nei 4 anni di attività diventando un esempio anche a livello internazionale. E nei prossimi mesi verranno lanciate ulteriori importanti iniziative (che vedrete direttamente sul mercato!)

 

Sito: http://www.quigroup.it/home-page/

Numero dipendenti: più di 1.000

 

Share